Restauri Como di Monica Capuano

Chiesa di San Fereolo a Tavernerio (Co)

 

La Chiesa di San Fereolo,  ad un’unica aula, presenta un altare maggiore con affreschi strappati.

A destra dell’altare si accede alla Cappella di San Fereolo.

Cappella di San Fereolo

Descrizione degli affreschi quattrocenteschi.

La Cappella presenta una forma tipicamente medioevale, con la volta a sesto acuto.

Sulla parete di fondo, vi è un affresco in cui è rappresentata al centro una Crocefissione, ai lati la Madonna Dolente e San Giovanni.

Vi sono anche altre due figure, un Vescovo con bastone e la mitria (alcune fonti dicono che sia S. Abbondio) e un cavaliere che porta una croce astile.

Il soffitto della Cappella, voltato a sesto acuto, è di colore azzurro stellato, con al centro il monogramma Cristologico raggiato.

Il monogramma qui rappresentato è in genere anche il simbolo di San Bernardino, forse riprodotto per ricordare il suo passaggio a Como nel 1432 (un altro  monogramma coevo è presente sulla strombatura di una finestra in Via Vitani a Como).

Stato di conservazione

Gli affreschi risultavano poco leggibili a causa di una patina di calcare presente sulla muratura, gli intonaci sono a stretto contatto con l’acqua, a causa del terrapieno che è posto all’esterno della Cappella, che ricopre circa della metà della muratura.

Quando piove molto, il terrapieno si inumidisce e per capillarità l’acqua penetra all’interno della muratura bagnandola copiosamente.

Restauro 

Sono stati eseguiti una serie di impacchi per togliere e alleggerire il calcare, con delle resine a scambio ionico e altri impacchi con carbonato di ammonio,

Sono state eseguite delle colmature delle lacune con malta a base di calce, alcune parti sono state lasciate a neutro ed altre sono state ritoccate.

Il ritocco è stato eseguito con dei medium per pigmenti ed acquarelli che sono parzialmente resistenti all’acqua ma che assicurano una buona traspirabilità.

css.php